+39 3487365905 [email protected]

COSA SONO

Le obbligazioni sono titoli di credito per chi le acquista o titoli di debito per chi le emette. Chi compra un’obbligazione versa il denaro a chi l’ha emessa. Allo stesso tempo, chi emette l’obbligazione per finanziare la sua attività si impegna a restituire il denaro all’acquirente ad una certa scadenza e in aggiunta pagando degli interessi.

L’interesse delle obbligazioni viene corrisposto fino alla data di scadenza della stessa tramite cedole. Le cedole vengono pagate con cadenza trimestrale, semestrale o annuale.

Il rendimento delle obbligazioni è dato dal evventuale aumento di prezzo della stessa e dall’interesse corrisposto tramite le cedole.

TIPOLOGIE DI OBBLIGAZIONI

Sono molte le tipologie di obbligazioni e una prima classificazione si distingue in:

– Obbligazioni ordinarie

-Obbligazione strutturate

A loro volta le obbligazioni ordinarie si dividono in due categorie:

– Obbligazioni a tasso fisso: danno all’investitore la misura dell’interesse che andrà a percepire

– Obbligazioni a tasso variabile: danno all’investitore un interesse che varia a seconda dell’andamento dei tassi di mercato.

Le obbligazioni strutturate sono molto complesse e di difficile comprensione. Conviene evitare il loro acquisto se non si è sicuri di aver capito bene il loro funzionamento e i rischi sottostanti.

I RISCHI 

Come per tutti gli strumenti finanziari, anche le obbligazioni comportano dei rischi che l’investitore non deve sottovalutare:

Rischio interesse: a seguito di un aumento dei tassi d’interesse, il valore dell’obbligazione potrebbe diminuire.

Rischio liquidità: difficoltà a vendere velocemente e al prezzo corretto prima della scadenza. A tale proposito bisogna                                       considerare che le obbligazioni delle società quotate sono più liquide di quelle società non quotate. E’ sempre sconsigliato ad un investitore non professionale acquistare obbligazioni non quotate.

Rischio credito: l’emittente potrebbe a scadenza essere insolvente totalmente o parzialmente nel pagamento degli                                            interessi o del capitale. Ricorda che esistono le obbligazioni subordinate in cui se l’emittente è inadempiente deve dare la precedenza ai creditori non subordinati e di conseguenza avere il rimborso del capitale per un possessore di obbligazioni ordinarie diventa più difficile. Ovviamente questo tipo di obbligazione frutta un tasso d’interesse maggiore.

Rischio cambio: è connesso sia all’acquisto di obbligazioni in valuta estera sia nel rapporto di cambio tra valute.

Prima dell’acquisto di obbligazioni è fondamentale verificare che i costi di negoziazione (commissioni) non siano eccessivi e che ci siano importanti volumi di negoziazione poichè potresti rischiare al momento della vendita una differenza fra prezzo di acquisto e di vendita elevata (differenza chiamata spread).

In modo sintetico ho descritto il funzionamento complessivo delle obbligazioni, spero ti possa essere d’aiuto a comprenderne i rischi ed i potenziali rendimenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    Desidera maggiori informazioni?

    Ho letto l'informativa privacy è do il mio consenso al trattamento dei miei dati personali